Bandi

icons8-light-on-48

Registro regionale PMI innovative

Raggruppa le  imprese innovative piemontesi, spin off della ricerca pubblica. Scopri di più

Data pager
Data pager
1
 Pag. 1 di 1, trovati 19 risultati
 
Data pager
Data pager
1
 Pag. 1 di 1, trovati 19 risultati

POR FESR 14-20 Azione III.3b.4.1 Progetti Integrati di Filiera - 392
2022
[In vigore dal 18/01/2022 al 10/02/2022]

icons8-megaphone-48Attenzione: possono presentare domanda solo le imprese che non hanno presentato domanda nel 2021. Le imprese che avessero già presentato domanda nel 2021 riceveranno a breve una comunicazione di conferma per aderire all’annualità 2022.



icons8-informationFavorire l'internazionalizzazione nelle filiere produttive piemontesi di eccellenza (Automotive&Transportation, Aerospazio, CleanTech/GreenBuilding, Abbigliamento-Alta Gamma-Design, Tessile, Agroalimentare, Meccatronica, Salute e Benessere)
  

icons8-add-user-group-woman-manPiccole e Medie Imprese piemontesi, non già iscritte nel 2021 ai PIF, con sede o l’unità locale sita e operativa in Piemonte, iscritte da almeno un anno al Registro Imprese e almeno un bilancio chiuso e approvato, la cui attività prevalente sia coerente con la/le filiera/e a cui si intende partecipare.

 

iscrizioneAccesso alle attività promosse e realizzate attraverso Ceipiemonte s.c.p.a. che si traducono in azioni di animazione/sistema  e azioni di investimento (ad esempio preparazione all'internazionalizzazione, partecipazione in forma collettiva a fiere internazionali, eventi espositivi, business convention, organizzazione di eventi).

incentiviL'agevolazione consistente in una riduzione sui costi di partecipazione alle azioni di investimento che saranno proposte nell’ambito delle attività di ogni progetto. La riduzione sarà quantificata ex-ante per ogni singola azione a cui le PMI daranno specifica adesione. Il valore massimo dell’agevolazione concedibile per la prima annualità è quantificato in 15.000 euro ad impresa per ogni PIF a cui la stessa risulti ammessa per l’annualità stessa e comunque nei limiti di disponibilità de minimis dell’impresa.

Data chiusura: 10/02/2022 12:00

POR FSE 14/20 Servizi di sostegno alle startup innovative (Periodo 2019-2022) - 372
2020
[In vigore dal 26/11/2020 al 30/04/2022]

icons8-information
Finpiemonte seleziona fino ad esaurimento fondi del progetto:

  • le proposte progettuali dei soggetti specializzati nella realizzazione di servizi di sostegno alla creazione di start up innovative sul territorio piemontese “Incubatori certificati”;
  • le domande per accedere ad attività di consulenza e tutoraggio ex post (Misura 6.2) e per accedere al sostegno finanziario (Misura 7) a favore di start up innovative neo costituite che abbiano beneficiato dell’assistenza ex ante degli “incubatori certificati”

    Le nuove start up innovative possono operare:

    • nei settori ad alta intensità di ricerca e conoscenza connotati da un elevato contenuto tecnologico e di conoscenza anche nel settore manifatturiero
    • nel settore digitale
    • nel settore delle industrie culturali e creative
    • nel settore biomedicale e connesse alla lotta e alla prevenzione del coronavirus

icons8-add-user-group-woman-manBeneficiari - Misure 6.2) e 7)
I ricercatori di provenienza accademica che propongono un progetto innovativo; Soggetti che propongono un progetto innovativo; Soggetti che propongono un progetto innovativo a partire da un trovato oggetto di protezione legale

 

iscrizioneSpese ammesse
Misura 6.2)
consulenza e tutoraggio ex post
Misura 7) sostegno finanziario per le spese di avvio

incentivi

Agevolazione
Misura 6.2) 
attività di tutoraggio e accompagnamento imprenditoriale
Misura 7)
 contributo forfetario “in conto esercizio” di € 5.000

Data prossimo comitato: 26 gen 2022
Data chiusura: 30/04/2022 23:59

POR FSE 14/20 Asse I Azione II Misura 3 Strumenti finanziari a nuove imprese - 358
2020
[In vigore dal 04/05/2020 al 31/12/2022]

icons8-megaphone-48Prorogato al 31.12.2022 lo sportello di presentazione delle domande, come previsto dalla D.D. n. 7 del 10/01/2022


icons8-megaphone-48Dal 31.12.2021 è sospeso temporaneamente lo sportello di presentazione delle domande, come previsto al paragrafo 8 della D.D. n. 1947 del 31.12.2019, attuativa della D.G.R. n. 48-8201 del 2018. Con  D.G.R. n. 6-4102 del 19.11.2021 è stata già prevista la proroga del predetto termine al 31.12.2022, che verrà formalmente autorizzata e comunicata nei prossimi giorni.


icons8-informationSostegno finanziario sotto forma di contributo forfettario a fondo perduto per la fase di avvio, destinato alle imprese e ai lavoratori autonomi sul territorio regionale, neo costituiti e nati dai servizi di accompagnamento del Programma MIP-Mettersi in proprio.


icons8-add-user-group-woman-manBeneficiari che siano stati ammessi e che abbiano mantenuto i requisiti di accesso, ai servizi di Consulenza specialistica e tutoraggio (assistenza ex post) nell’ambito del citato Programma MIP:

  • IMPRESE E LAVORATORI AUTONOMI – POR FSE 2014-2020

nati attraverso i servizi del Programma MIP, i cui business plan/piani di attività siano stati validati dal dirigente “pro tempore” del Settore Politiche del Lavoro per i territori sotto la responsabilità della Direzione regionale competente e dal dirigente “pro tempore” della  Direzione Attività Produttive del Dipartimento Sviluppo Economico della Città metropolitana di Torino.

  • IMPRESE –  POR FSE 2007-2013

Imprese nate nell’ambito dei “Servizi di accompagnamento e assistenza tecnica a favore dell’autoimpiego e della creazione d’impresa” costituite in data successiva al 01.04.2015 e non oltre il 31.12.2019.


iscrizioneSpese di avvio attività


incentiviContributo forfettario a fondo perduto per l'avvio di attività:
€ 3.000 per imprese individuali
€ 5.000 per le società
€ 2.000 per lavoratori autonomi

 
Data ultimo comitato: 10 gen 2021 Data prossimo comitato: 4 feb 2022
Data chiusura: 31/12/2022 23:59

Bando per la concessione di contributi per l’innovazione nelle microimprese "INNOMETRO" - 359
2020
[In vigore dal 29/06/2020 - In corso]

icons8-informationLa Misura è finalizzata a sostenere l’innovazione tecnologica nelle micro imprese insediate in uno dei Comuni dell’Area Metropolitana Torinese, inclusa la Città di Torino.


icons8-add-user-group-woman-manMicro imprese – attive, con una sede operativa nel territorio della Città Metropolitana di Torino e che abbiano partecipato al
percorso di accompagnamento Innometro giungendo alla validazione di una idea di progetto innovativo.

iscrizioneProgetti di importo compreso fra 5.000 e 50.000 finalizzati all’acquisto di servizi forniti da Università degli Studi di Torino o da Politecnico di Torino, e/o da uno dei soggetti riconosciuti quali Enti pubblici di ricerca ai sensi del D.Lgs. n.218 del 25/11/2016 e/o da start-up innovative e/o imprese innovative con sede operativa nel territorio della Città Metropolitana di Torino iscritte negli appositi elenchi della Camera di Commercio. Laddove i servizi richiesti non siano reperibili sul territorio metropolitano, gli stessi potranno essere richiesti a start up o imprese innovative con sede operativa fuori dal territorio della Città Metropolitana di Torino.

icons8-refund-481. contributo in conto interessi, che viene erogato a seguito dell’erogazione di finanziamento, mediante corresponsione degli interessi calcolati sul finanziamento stesso e attualizzati al momento dell’erogazione.

2. contributo a fondo perduto pari al massimo al 50% del valore dell’intervento ritenuto ammissibile e fino a 25.000 euro. Le due componenti della misura di agevolazione possono essere fruite separatamente.


L.R. 34/04 Sostegno agli investimenti per lo sviluppo delle imprese e per l'ammodernamento e innovazione dei processi produttivi / Fondi 346 - 347 - 348 - 349 - 346
2020
[In vigore dal 18/02/2020 - In corso]

icons8-megaphone-48Aperta solo la linea per micro, piccole e medie imprese artigiane. 
ATTENZIONE: le imprese artigiane sono le imprese aventi codici ATECO prevalenti ammissibili così come indicato all’Allegato 1 della Sezione I della Misura, annotate in Visura Camerale con la qualifica di “impresa artigiana”. Alle imprese neocostituite che risultano “inattive” in Visura Camerale e che quindi non sono in possesso dell’annotazione in Visura, viene chiesto di risultare attive e annotate come “impresa artigiana” al più tardi in occasione della rendicontazione finale del progetto.


icons8-informationAgevolazione finalizzata alla copertura del fabbisogno finanziario delle imprese per la realizzazione di progetti di investimento, sviluppo, consolidamento e necessità di scorte, anche legati ad investimenti derivati da COVID-19.

 Aggiornamento 20/01/2022 - F346 MPMI Artigianato
Tipologia Dotazione plafond (euro)  Impegno teorico plafond (euro) Impegno teorico (%) 
Finanziamento   22.500.000,00 21.404.003,95  circa 95%
Contributo   2.500.000,00 2.112.791,20  circa 84,5%


 Aggiornamento 20/01/2022 F348 altre MPMI
Tipologia Dotazione plafond (euro)  Impegno teorico plafond (euro) Impegno teorico (%) 
Finanziamento  18.000.000,00 Dotazione interamente impegnata  -
Contributo*  6.000.000,00  2.560.668,08  circa 43%
 *alla quota di plafond disponibile per la tipologia “Contributo”  è possibile accedere SOLO in seguito all’approvazione della domanda di finanziamento sul bando POR FESR 14/20 Fondo PMI (codice fondo 302)


Situazione sportelli

Linea A

F346 - MPMI Artigianato

Presentazione domande ATTIVA

Prossimi CT:
8/2 e 22/02

F347 - MPMI Commercio

Presentazione domande SOSPESA
ATTENZIONE: Alla data del 21/05/2021 l’ultima domanda finanziabile è la n. 120.  Per le domande con numero successivo al 120 (protocollo Finpiemonte assegnato in ordine cronologico di arrivo) e pertanto “fuori plafond”, al momento non è possibile fornire alcuna informazione

Prossimi CT:

F348 - MPMI Altri settori

Presentazione domande SOSPESA

 

Prossimi CT:

Linea B

F349 - Grandi Imprese

Presentazione domande SOSPESA

Prossimi CT:

 

icons8-add-user-group-woman-manMicro, piccole e medie imprese (Linea A)  ARTIGIANE
ATTENZIONE: le imprese artigiane sono le imprese aventi codici ATECO prevalenti ammissibili così come indicato all’Allegato 1 della Sezione I della Misura, annotate in Visura Camerale con la qualifica di “impresa artigiana”. Alle imprese neocostituite che risultano “inattive” in Visura Camerale e che quindi non sono in possesso dell’annotazione in Visura viene chiesto di risultare attive e annotate come “impresa artigiana” al più tardi in occasione della rendicontazione finale del progetto.



iscrizioneLe spese sono ammissibili se successive alla data di presentazione della domanda telematica. Per le imprese o ditte individuali costituite da meno di 6 mesi rispetto alla data di presentazione telematica della domanda, sono sempre ammissibili le spese sostenute entro i 6 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda telematica (massimo 30% del totale dei costi ritenuti ammissibili).
Spese relative a: macchinari, attrezzature, arredi, beni strumentali; automezzi per trasporto di cose, opere edili, brevetti, marchi, licenze, diritti d’autore; certificazioni.
Sono ricompresi anche tutti gli interventi necessari alla sanificazione degli ambienti di lavoro e all’acquisto di DPI (ad esempio guanti, mascherine, camici o occhiali), e più in generale quegli investimenti necessari a modificare i propri processi produttivi e di lavoro, al fine di adeguarli rispetto alle esigenze di sicurezza e distanziamento sociale derivanti dall’emergenza sanitaria in corso causata dal COVID-19 e alle necessità legate all'attivazione e al rafforzamento dello smartworking (ad esempio hardware e software).
Con limitazioniacquisto e/o costruzione di immobili da destinare all’attività d’impresa, avviamento,spese per servizi, spese generali, scorte (fino al 20% delle spese ammissibili per la Linea A-MPMI).

incentiviFinanziamento agevolato a copertura del 100% delle spese, con intervento massimo regionale a tasso zero del 70%

Investimento minimo:
25.000 euro
micro e piccole imprese;
250.000 euro medie imprese

Contributo 
a fondo perduto:
micro imprese: 10% della quota di finanziamento pubblico erogata;
- piccole imprese:
8% della quota di finanziamento pubblico erogata;
- medie imprese:
4% della quota di finanziamento pubblico erogata.


L.R. 18/94 - Cooperative sociali - 354
2019
[In vigore dal 21/10/2019 - In corso]

icons8-informationFavorire lo sviluppo e la promozione della cooperazione sociale sul territorio regionale.

 

icons8-add-user-group-woman-man Cooperative sociali iscritte all'Albo regionale
che gestiscono servizi socio-sanitari, socio-assistenziali ed educativi
(sezione A);
che attraverso lo svolgimento di attività diverse –agricole, industriali, commerciali o di servizi-  inseriscono al lavoro soggetti svantaggiati (sezione B);
C
onsorzi di cooperative sociali di tipo A e B costituiti ai sensi di quanto stabilito dall’art. 8 della Legge n. 381/1991 e s.m.i. (sezione C).

 

iscrizioneInterventi a sostegno dell'avvio di impresa o a sostegno di investimenti propedeutici all'incremento occupazionale, tramite aumento di capitale

incentivi


Concessione di finanziamento a tasso agevolato pari al 100% della spesa ammissibile, di cui 50 o 70% della spesa con fondi regionali a tasso zero. L’intervento del fondo regionale non può superare euro 280.000 per tutti gli obiettivi fatta eccezione:
per l’incremento di capitale sociale, tetto massimo di finanziamento euro 500.000 per cui è previsto un intervento regionale di euro 350.000,00,se la cooperativa sociale ha più di 250 occupati;
per spese in conto gestione, tetto massimo di finanziamento euro 100.000 per cui è previsto un intervento regionale pari ad euro 70.000

Concessione di garanzie fideiussorie a valere sui finanziamenti per investimenti produttivi a copertura dell’80% della quota fondi bancari.

Data ultimo comitato: 29 set 2021

L.R. 23/04 Cooperazione - 355
2019
[In vigore dal 09/09/2019 - In corso]

icons8-megaphone-48Dall'8 aprile 2021 è sospeso lo sportello per la presentazione delle domande di contributo per l’incremento del capitale sociale finalizzato alla realizzazione di programmi di investimento D.D. 152/A1502B/2021 del 01/04/2021



icons8-information

Supporto alle imprese cooperative


icons8-add-user-group-woman-man Cooperative a mutualità prevalente ed i loro consorzi


iscrizione

Concessione di contributi a fondo perduto per: 

  • per spese di avvio a favore di società cooperative di nuova costituzione,
  • per spese e/o consulenze finalizzate all’introduzione e sviluppo sistemi di gestione per la qualità, creazione di reti commerciali, certificazioni di prodotto e di controllo della produzione, introduzione e consolidamento di sistemi di rendicontazione sociale e costi esterni di formazione professionale e manageriale dei soci a favore di tutte le società cooperative

Concessione di finanziamenti a tasso agevolato

  • per investimenti produttivi (macchinari, attrezzature, arredi, automezzi);
  • per investimenti immobiliari (acquisto o costruzione di immobili, attivazione o adeguamento di impianti tecnici e dei locali)

Concessione di garanzie fideiussorie a valere sui finanziamenti per investimenti produttivi a copertura dell’80% della quota fondi bancari.

incentivi


- Contributo a fondo perduto: 40% della spesa ammissibile (tra 4.000 e 50.000 euro).

- Finanziamento a tasso agevolato pari al 100% della spesa ammissibile, di cui 50/70% della spesa con fondi regionali a seconda dell’ambito prioritario (tra 15.000 e 700.000 euro) L’intervento del fondo regionale non può superare euro 350.000

Data ultimo comitato: 24 gen 2022 Data prossimo comitato: 23 feb 2022

L.R. 19/14 art. 8 Contributi per spese di consulenza in comunicazione e marketing per imprese innovative spin off della ricerca pubblica - 299
2017
[In vigore dal 02/11/2017 - In corso]

icons8-information

Sostegno ad investimenti in comunicazione e marketing


icons8-add-user-group-woman-man
Imprese iscritte al 
Registro regionale imprese innovative spin off della ricerca pubblica


iscrizione
Vengono agevolati investimenti non inferiore a 20.000 euro per spese in consulenza di comunicazione e marketing.

incentivi


Contributo a fondo perduto 
fino al 70% della spesa complessiva ritenuta ammissibile e fino ad un tetto massimo di 20.000 euro.