Antimafia

A seguito delle modifiche introdotte nel codice antimafia (D.lgs. 159/2011) dal Decreto Legge 17 marzo 2020, n.18 (art. 83), a far data dal 30 aprile 2020 non vengono più effettuate le verifiche antimafia per le concessioni/erogazioni di importo inferiore a 150.000 euro.
La nuova disposizione si applica anche ai procedimenti pendenti ancora in fase istruttoria.

Per le agevolazioni finanziarie pubbliche di importo superiore a 150.000 euro, Finpiemonte continua a disporre l’acquisizione della informazione antimafia.

Per poter ottenere dalle Prefetture la documentazione, è necessario richiedere ai soggetti che amministrano o controllano i destinatari delle agevolazioni la dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione alla CCIAA e le dichiarazioni sui familiari conviventi.

Una volta acquisite tali dichiarazioni, senza ulteriori oneri per i beneficiari, Finpiemonte provvede in autonomia alle pratiche necessarie per il rilascio da parte delle Prefetture dell’informazione antimafia che autorizza l’effettiva erogazione delle agevolazioni richieste.

MODULI PER IMPRESE

  • Documenti informazione antimafia (agevolazioni finanziarie pubbliche di importo superiore a 150.000 euro)

Modello 2 –  Dichiarazione sostitutiva di iscrizione alla CCIAA

Modello 3 -  Dichiarazione familiari



MODULI PER ASSOCIAZIONI, FONDAZIONI, ENTI RELIGIOSI 

  • Documenti informazione antimafia (agevolazioni finanziarie pubbliche di importo superiore a 150.000 euro)

Dichiarazione per informazione antimafia

Modello 3 -  Dichiarazione familiari