Bonus Cultura

Submitted by giovanni.binando on 31/03/2022
Chiuso
Codice fondo 369 - Anno 2020 - In vigore dal al
Legge regionale 29 maggio 2020, n. 13 Interventi di sostegno finanziario e di semplificazione per contrastare l'emergenza da Covid19 - Bonus Cultura
Contenuto

E' stato posticipato di un anno il termine per poter effettuare le spese relative al "Bonus Cultura", il contributo a fondo perduto della Regione che era stato riconosciuto alle imprese colpite dal lockdown per l'emergenza Covid-19. La nuova scadenza è ora il 31 dicembre 2022.


Approfondimento: indicazioni operative

Sintesi bando

Data chiusura:

Contenuto

Sostegni economici in ambito culturale




Istruzioni e presentazione della domanda

Allegati
FAQ

FAQ

1- E’ necessario inviare i giustificativi di spesa?

Non è richiesto l’invio dei giustificativi di spesa ma Finpiemonte si riserva di richiederli in un secondo momento qualora ritenesse di dover approfondire aspetti specifici o di dover chiarire eventuali dubbi sulle spese

2. Entro quando possono essere state sostenute le spese da rendicontare?

E’ possibile rendicontare spese sostenute fino al giorno della presentazione della rendicontazione.

3. Se al momento della rendicontazione le spese sostenute non sono sufficienti a giustificare l’intero importo del contributo ricevuto?

In questo caso rispondere comunque alla richiesta di rendicontazione da parte di Finpiemonte e precisare la situazione attraverso la compilazione della Dichiarazione. Finpiemonte esaminerà le spese rendicontate, anche se parziali, e chiederà una rendicontazione integrativa per le spese sostenute fino al 31.12.2022

4. Cosa deve contenere la relazione richiesta?

La relazione richiesta deve spiegare in sintesi l'attività dell'associazione con un focus sulle attività svolte nel periodo 2020-2021

5. Come si inseriscono le voci relative a tasse e imposte nell’allegato1?

Nell'excel è sufficiente mettere la descrizione (es. "versamento IRAP per xxxx"), la data del versamento, un eventuale numero di riferimento (ad esempio il protocollo telematico) e l'importo versato nella colonna "importo pagato".

6. Esempi di spese ammissibili

Sono ammissibili le spese correnti, quali:

  • canoni di affitto;
  • canoni per il telefono e internet;
  • pagamento del compenso del commercialista;
  • acquisto di libri specifici;
  • stampe manifesti;
  • pagamento patentini per le attività di accompagnatore
  • ricariche cellulari
  • licenze (annuali) per software
  • spese amministrative (spese bancarie, parcelle commercialista)
  • spese legate ai siti web dell'associazione (abbonamenti, canoni)
  • costi di iscrizione all'ARCI
  • costi di aggiornamento dello Statuto
  • tasse e imposte (irap inail interessi passivi banca)

7. Esempi di spese non ammissibili

Non sono ammissibili le spese per investimenti, quali:

  • acquisto software e hardware;
  • impianto audio
  • strumenti musicali
  • cellulari
  • arredo
  • realizzazione del sito web

Responsabili

Responsabile di procedimento di concessione: Fabrizio Gramaglia

Responsabile di procedimento di controllo: Filippo Marzucchi