News

Contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile dei cittadini piemontesi

La Regione Piemonte, con Determinazione Dirigenziale n. 564 del 21 ottobre 2020 ha approvato il "Bando per l'erogazione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile a favore dei cittadini piemontesi" e la relativa modulistica, fissando l'apertura dello sportello per la presentazione delle domande alle ore 9.00 del 28 ottobre 2020.

In un periodo di ripensamento degli spostamenti, sicuramente reso più complesso dall’emergenza sanitaria, questa Misura vuole supportare i cittadini piemontesi nell’utilizzo di mezzi di trasporto più agili e adeguati alle aree urbane, anche al fine di limitare l’uso delle auto private e, parallelamente, velocizzare la sostituzione del parco veicolare regionale circolante più obsoleto e inquinante.

In particolare il bando prevede la concessione di un contributo a fondo perduto per la realizzazione dei seguenti interventi:

  • Linea A - sostituzione dei veicoli con nuovi veicoli a basso impatto ambientale;
  • Linea B - sostituzione dei ciclomotori e dei motocicli con nuovi ciclomotori e motocicli a trazione elettrica;
  • Linea C - acquisto di velocipedi (biciclette e biciclette cargo anche a pedalata assistita);
  • Linea D - rottamazione di veicoli e ciclomotori/motocicli, senza acquisto di un nuovo mezzo. 

Per presentare le domande i beneficiari che intendono richiedere l’agevolazione devono essere in possesso:

  • del certificato di identità digitale (SPID) o della carta d’identità elettronica o di un certificato digitale. I dispositivi devono essere intestati alla persona fisica che intende richiedere l’agevolazione.

Le domande possono essere inviate via Internet, a partire dalle ore 9.00 del 28 ottobre 2020 fino alle ore 12.00 del 30 aprile 2021 (fatte salve eventuali comunicazioni di chiusura o sospensione da parte di Finpiemonte connesse con la disponibilità delle risorse assegnate al bando), esclusivamente compilando il modulo telematico disponibile sul sito: www.sistemapiemonte.it/cms/privati/attivita-economico-produttive/servizi/861-bandi-2014-2020-finanziamenti-domande

In fase di caricamento il richiedente dovrà, tra le altre cose:

  • indicare un IBAN esclusivamente italiano;
  • procedere all’upload di tutta la documentazione obbligatoria, specifica per la Linea prescelta e riportata nel Bando, prima dell’invio della domanda.

Vai alla pagina dedicata all'agevolazione